Navigazione

La fonte del gusto

Fresca di fonte: l’acqua Aproz del Vallese

Il ciclo dell’acqua si ripete da milioni di anni. Più antiche delle Alpi svizzere, nel cui cuore sgorga un’acqua minerale unica nata dalle piogge e dall’acqua di disgelo che attraversa le magnifiche Alpi del Vallese: Aproz.

2160x1215_quelle.jpg

 

Il viaggio dell’acqua attraverso i diversi strati geologici dura circa dieci anni. La roccia del Triassico filtra e purifica l’acqua arricchendola di preziosi sali minerali come il calcio, il magnesio e gli oligoelementi. Terminato il suo viaggio l’acqua sgorga nella zona di Nendaz da diverse sorgenti nella roccia. Ogni sorgente è associata a un unico marchio di acqua minerale. In questo modo si ottengono acque minerali uniche, con un contenuto di sali minerali sempre costante. Una rete di distribuzione sotterranea porta questo liquido prezioso direttamente e senza alcun trattamento negli impianti di imbottigliamento.

Il ciclo dell’acqua è molto lungo. È per questo che Aproz ragiona sul lungo periodo e in cicli: l’azienda non soltanto controlla accuratamente la qualità dell’acqua, ma si impegna anche per la conservazione dell’ambiente naturale della regione. Ogni sorgente è all’interno di una zona di protezione delle acque.